Sincrolipid 60

Caratteristiche del prodotto

Composizione

Policosanoli, berberina, riso rosso, cassia nomame, astaxantina, coenzima Q10, acido folico.

Indicazioni

I nutrienti contenuti in SINCROLIPID esercitano effetti favorenti il controllo del Colesterolo e dei Trigliceridi nel sangue ad integrazione di una dieta adeguata.

Somministrazione

1 compressa al giorno, preferibilmente la sera, da deglutire con un abbondante sorso d’acqua.

Natura e contenuto della confezione

Confezione da 60 compresse.

Avvertenze e precauzioni d'uso

Tenere fuori dalla portata dei bambini di età inferiore ai 3 anni. Non superare la dose consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un corretto stile di vita. Per l’uso del prodotto si consiglia di sentire il parere del medico. Non usare in gravidanza, durante l’allattamento e in caso di terapia con farmaci ipolipidemizzanti.

Conservare in luogo fresco ed asciutto, lontano dalle fonti di calore.

Ambito d'uso

La correlazione tra livelli plasmatici di colesterolo LDL e rischio cardiovascolare è stata dimostrata in modo inequivocabile sia da studi osservazionali che da studi di intervento.

E’ documentata l’esistenza di un rapporto tra riduzione della colesterolemia e riduzione del rischio cardiovascolare, tanto da identificare la colesterolemia LDL come fattore causale dell’aterosclerosi. Accanto alla riduzione dei livelli plasmatici di colesterolo anche la riduzione dei livelli plasmatici di trigliceridi e l’aumento dei livelli plasmatici di colesterolo HDL sono obiettivi importanti nella terapia delle dislipidemie.

La dislipidemia è ancor più pericolosa per la salute del sistema cardiovascolare quando si associano altri fattori come ossidazione, radicali liberi e iperomocisteinemia.

Al trattamento per ridurre il colesterolo LDL e trigliceridi circolanti e per aumentare la frazione di colesterolo HDL è opportuno associare sostanze antiossidanti, con attenzione a quelli che hanno un’affinità specifica per le strutture lipoproteiche circolanti. E’ dimostrato che l’omocisteinemia elevata correla con un elevato rischio cardiovascolare pertanto una buona associazione non dovrebbe mancare di principi attivi capaci di ridurne la presenza in circolo come i folati. Seguire una dieta adeguata, ipocalorica ed ipolipidica, è molto importante.

L’uso di sostanze volte a ridurre l’assorbimento di grassi eventualmente ingeriti con l’alimentazione è un ulteriore punto di azione per avere una strategia sincrona e sinergica di contrasto a questa importante condizione patologica.

error: Spiacenti, il contenuto di questa pagina è protetto